La versione recente di Windows 10 potrebbe avere un sottosistema Linux nascosto all’interno.

linux vs windows

A primo impatto potrebbe rivelarsi una frase provocatoria, ma non tanto libera da presunte verità. Sarà il termine delle ostilità dettate dalle guerre di Flaming?

Alcuni mesi fa, Microsoft ha impressionato il mondo con ‘Microsoft loves Linux’ annunciando, tra cui, lo sviluppo di un sistema operativo personalizzato basato su Linux per l’esecuzione di Azure Cloud Switch, selezionando Ubuntu come sistema operativo per i suoi servizi Cloud-based Big Data services, deliziandoci con le sue “Provocazioni Commerciali”.

Ora, un noto hacker ed esperto di computer in Windows, conosciuto con il nick di ‘WalkingCat’, ha scoperto che l’ultima versione di Windows 10 potrebbe avere un sottosistema Linux segretamente installato all’interno.

Avviso windows 10 linux subsystem

Secondo i suoi tweets, l’hacker, ha avvistato due file misteriosi, LXss.sys e LXCore.sys, nella più recente di Windows 10 Redstone build 14251, il che sono sospettati di far parte del progetto Astoria di Microsoft.

Il Progetto Astoria, noto anche col nome di Windows Bridge for Android è un toolkit che consente di eseguire applicazioni Android su Windows 10 e dispositivi mobile. La denominazione di convenzione  per i file più recenti scoperte è molto simile ai file nel sottosistema Android dal Project Astoria, cioè ADss.sys.

Così, il “LX” con questo nome in questione, può benissimo essere interpretato solo in qualità di Linux, che permetterebbe a Windows 10 di avere accesso a un sottosistema appunto in Linux.

Perché un sottosistema Linux?

Dal momento che Windows 10 è stato introdotto come un sistema operativo universale per tutti i dispositivi, potrebbe essere possibile e probabile che Microsoft voglia espandere il Progetto Astoria dai dispositivi mobile anche per gli utenti desktop.

Se questo fosse vero, l’aggiunta di un sottosistema Linux sarà utile nel caso in cui Microsoft abbia in programma di offrire supporto per le applicazioni Linux, in particolare tecnologie Server e software connessi, e viceversa. Il che non sarebbe una cattiva idea. Un’opportunità commerciale, che sicuramente Microsoft non perderebbe tempo ad escludere dai suoi progetti futuri, che potrebbero mettere fine alle continue lotte di flaming che circolano nei gruppi di settore e nelle reti sociali.

windows10 linux subsystem

Links Correlati

http://thehackernews.com/2016/02/windows10-linux-subsystem.html

https://azure.microsoft.com/it-it/blog/microsoft-showcases-the-azure-cloud-switch-acs/
https://insights.ubuntu.com/2015/09/28/ubuntu-on-azure-microsoft-makes-big-decision-on-big-data/
https://dev.windows.com/en-us/bridges/android

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA Image[ Immagine differente ]